logo formalia

Video curriculum, tutti i consigli per farlo al meglio

Torna indietro  Febbraio 2021lunedì 15 febbraio 2021

 

 

 

La tecnologia cambia di continuo portando con sé, in una sorta di eterna danza, anche tutte le sfere della vita ordinaria, che devono necessariamente adeguarsi. Il rapporto tra lavoro e strumenti multimediali è, forse, quello che ne ha risentito maggiormente, come abbiamo spesso evidenziato.
C’è un particolare strumento che risulta essere utilissimo in fase di ricerca di lavoro, e che rappresenta un po’ il superamento del tradizionale curriculum (leggi anche: come scrivere un curriculum tradizionale): il video curriculum.
Le spiegazioni sarebbero superflue: si tratta di un video di presentazione da  ad aziende per proporsi a ricoprire una data posizione. Questo video può essere inviato per mail o anche caricato su Internet, all’interno di uno spazio proprio.

 

 

Un video di auto presentazione per candidarsi

 

Un video di auto presentazione può essere un valido mezzo per candidarsi a ricoprire un ruolo lavorativo, nel quale il candidato condivide informazioni dettagliate sulle proprie capacità ed esperienze. Il video in questione può essere utilizzato anche per integrare, e non necessariamente per sostituire, un curriculum cartaceo.
Il candidato può realizzarlo in prima persona, se ne ha le capacità, o altrimenti affidarsi ad un professionista: ci sono diversi siti di ricerca di lavoro e di networking che forniscono agli utenti un mezzo per incorporare curriculum video nei loro profili.
Molto utile soprattutto per determinati settori, si pensi a quelli in ambito visivo o creativo: un curriculum video può evidenziare abilità preziose e mostrare la propria personalità quando, ad esempio, si parla di un lavoro a contatto con i clienti e che coinvolga potenziali acquirenti.

 

 

Come realizzare un video curriculum

 

Primo aspetto da tenere bene a mente: si sta parlando di uno strumento che quasi mai è obbligatorio o richiesto dai recruiter, ma che può essere un qualcosa in più. Quindi, se non si ha la possibilità di dar vita ad un prodotto qualitativo, meglio evitare. Un video curriculum non professionale o inappropriato può ostacolare le possibilità di ottenere un colloquio, e d’altra parte produrre qualcosa di non professionale può essere cosa assai comune, dato che c’è un rischio elevato di sbagliare lo stile delle riprese, o che il luogo scelto sia inappropriato.
È da preferire uno sfondo monocromatico e strumenti professionale per la realizzazione, in modo da ottenere una buona risoluzione ed un audio nitido.
Esistono tante app e diversi software che possono aiutare il potenziale candidato a realizzare un video curriculum. Può bastare anche uno smartphone, purché, come si diceva, si proceda a realizzare un video professionale, seguendo alcuni consigli.

 

 

Consigli per creare un video curriculum efficace

 

E veniamo proprio ai consigli da seguire per realizzare un video curriculum che risulti essere efficace. Un video di auto presentazione per candidarsi a ricoprire un posto di lavoro dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:

  • Mostrarsi in modo professionale: vestirsi, quindi, come si farebbe per un colloquio tradizionale (vedi: come affrontare un colloquio di lavoro) e mantenere un comportamento appropriato.
  • Trovare uno sfondo ideale: massima attenzione allo sfondo del video; è importante assicurarsi che sia tutto in ordine, che non ci siano rumori di sottofondo e che l'illuminazione sia buona.
  • Preparare un discorso: vietato improvvisare. Se si vuole sembrare naturali e spontanei lo si può fare, ma è fondamentale avere un’idea di ciò che si vuole dire e di come esprimerlo; evitare quindi di leggere direttamente, come da un copione. Fondamentale essere poi stringati, ed evidenziare per quali ragioni l’azienda dovrebbe prendere in considerazione la candidatura.
  • Usare slide ed immagini: corredare il tutto con la presenza di immagini, slide e quant’altro possa essere utile, sempre senza esagerare, per evitare di sembrare ridondante.
  • Brevità: a proposito di tempi, essere il più possibile stringati è una necessità. Mediamente video curricula che durino oltre i 90 secondi non vengono visualizzati integralmente. Cercare quindi di concentrare il più contenuti possibile in pochi secondi di presentazione.

Da ricordare infine che, se si decide di condividere il video su internet, una volta pubblicato non si avrà più il controllo su come verrà condiviso. Da considerare seriamente l’ipotesi di chiedere un feedback ad amici e familiari: se loro pensano ci sia qualcosa di non ottimale, meglio evitare di inviare il video a potenziali datori di lavoro.