logo formalia

Ente accreditato alla Regione Lombardia
per i servizi alla Formazione

image

image
UNI EN ISO 9001:2015

Ente certificato per la "Progettazione ed Erogazione
Corsi di Formazione Professionale Online ed in Aula".

Certificazioni

Le nuove Politiche Green

Torna indietro  Febbraio 2020giovedì 13 febbraio 2020

 

Il “Green New Deal è un termine d’insieme delle politiche globali garanti della sostenibilità dell’economia, che coniuga rispetto dell’ambiente, sviluppo economico e sociale.

Lo scorso 18 dicembre 2019 si è tenuta la Conferenza Unificata che ha dato il via libera al PNIEC – Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima, presentato dal Ministero dello Sviluppo Economico insieme ai Ministeri dell’Ambiente e delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nel PNIEC vengono fissati gli obiettivi nazionali al 2030 su decarbonizzazione ed efficienza energetica, senza tralasciare altre dimensioni strategiche quali sicurezza energetica, interconnessioni, mercato interno dell’energia, ricerca, innovazione e competitività, delineando per ogni singola dimensione le politiche e le misure idonee al raggiungimento degli obiettivi stabiliti.

L’integrazione e la sistematicità trasversale (ovvero tra i settori) di tali politiche favorisce lo sviluppo della cosiddetta “Economia circolare”.                                                                        

Tale modello economico è fondamentale per le sue ricadute positive sull’ambiente, come traino di crescita, competitività, occupazione ed infine come motore di ingenti investimenti in chiave sostenibile.

Il Magazine del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero del Lavoro tratta le principali azioni di intervento dello Stato riguardo al “Green New Deal” e lo suddivide in tre aree tematiche:

“Innovazione”, “Sviluppo”, “Lavoro e Welfare”.
 

In ambito “Innovazione” ci si concentra soprattutto sugli strumenti di incentivo che lo Stato fornisce a cittadini, privati e pubbliche amministrazioni che tentino di realizzare una conversione sostenibile delle proprie attività.
 

In “Sviluppo” vengono trattati quei settori, quali quello agricolo, che richiedono più urgentemente una conversione in chiave sostenibile. E’ presente, inoltre, un approfondimento sulla pratica della digitalizzazione come possibile strumento della menzionata “Transizione 4.0” dell’economia.
 

Ne “Lavoro e Welfare” si descrivono le nuove politiche in termini della sicurezza sul posto di lavoro e del supporto alla famiglia, nonché sul tema dell’orientamento dei giovani verso una maggiore attenzione nei riguardi della “Green economy”.         
                                                                                                                                        

Molto importanti da menzionare anche le iniziative statali di supporto per la creazione e lo sviluppo di start-up sostenibili.